Anatomia di una landing page - Appunti certificazione HubSpot



Introduzione

Le landing page sono pagine web progettate per convertire i visitatori in lead. Per raggiungere questo obiettivo, le landing page si servono di form per raccogliere informazioni relative ai visitatori.
Queste informazioni consentono la costruzione di relazioni con i visitatori del proprio sito. Per questo motivo le landing page sono uno degli strumenti principali nella fase Convert della metodologia inbound.


Come creare landing page di successo

1. Obiettivi di una landing page

Quando si tratta di valutare il rendimento di una landing page, è possibile darsi come obiettivo il raggiungimento di un tasso di conversione del 20%. Ciò significa che il 20% delle persone che visitano una landing page dovrebbero compilare un form lasciando le proprie informazioni.

2. Come valutare la qualità di una landing page

E’ possibile valutare la qualità di un landing page servendosi del cosiddetto blink test. Questo test è una valutazione qualitativa volta a rilevare:
  • se la comprensione dell’offerta è semplice e immediata
  • se il valore dell’offerta è riconoscibile per l’utente.

Best practices per una landing page di successo

1. Scrivere un titolo chiaro, conciso e action-oriented

L’ideale è spiegare agli utenti cosa stanno per ottenere e in che modalità di fruizione. In modo più sistematico, si può dire che le regole da rispettare per scrivere un titolo, sono le seguenti:
  1. usare un verbo d’azione, ad esempio “scarica” se si tratta di un contenuto da scaricare
  2. spiegare l’offerta in breve
  3. spiegare al lead i benefici che ne ricaverà

2. Spiegare il valore dell’offerta

A parte il titolo, anche il corpo di testo dovrebbe contenere alcune righe per spiegare il valore dell’offerta ai lead. A tal proposito si consideri:
  1. di dedicare da 1 a 3 frasi per spiegare il valore dell’offerta
  2. di dedicare da 1 a 3 frasi per spiegare i benefici che può trarre un utente dall’offerta
  3. di mantenere il più possibile in alto queste informazioni in modo che l’utente possa fruirne senza dover scrollare
  4. di utilizzare elenchi puntati, numerati e grassetti per consentire la lettura e digestione di un piccolo pezzo di informazione alla volta.
Dato che l’obiettivo di una landing page è generare lead, occorre eliminare ogni forma di distrazione. Tra queste vi sono certamente i menu di navigazione e i link che possano spostare l’attenzione su altre pagine.

4. Caratteristiche del form

Le informazioni richieste e la lunghezza del form dovrebbero essere misurate rispetto al valore reale dell’offerta.
Maggiore è il valore dell’offerta, maggiore può essere la lunghezza e il numero di informazioni richieste all’utente attraverso il form.

5. Includere immagini, animazioni o brevi video

La rappresentazione visuale dell’offerta comunica all’utente il valore dell’offerta. A volte la rappresentazione visuale può comunicare in tempi più rapidi rispetto alla descrizione dell’offerta in sé.

6. Social buttons

La landing page può contenere social buttons che consentano agli utenti di convidivire in pochi passi il contenuto, se lo ritengono molto rilevante.
Written with StackEdit.