Ottimizzare il proprio sito web per i motori di ricerca - Appunti certificazione HubSpot


Introduzione

La SEO è una componente fondamentale della fase Attract della metodologia inbound. Per mezzo della SEO, infatti, è possibile attrare nuovi visitatori provenienti dai motori di ricerca.

Strategia SEO e best practices

1. Studiare le keyword

Lo studio delle keyword è il primo elemento su cui dovrebbe focalizzarsi una strategia SEO.
  • La ricerca delle keyword dovrebbe partire dalle esigenze e dai
    bisogni informativi delle buyer personas.
  • Una volta raccolte, le keyword dovrebbero essere categorizzate in base alle fasi del buyer’s journey:
    • nella fase Awareness rientrano le keyword basate sui problemi dell’industry del prospect
    • nella fase di Consideration rientrano le keyword relative a soluzioni offerte dalla propria azienda
    • nella fase Decision rientrano infine le keyword collegate a decisioni di acquisto.
  • Infine, è sempre il caso di selezionare delle keyword di long-tail che possano essere meno competitive e allo stesso tempo possano indirizzare traffico qualificato verso il proprio sito.
Keyword di long-tail

2. Ottimizzare i contenuti

La seconda best practice è creare degli ottimi contenuti e ottimizzarli per una chiave primaria. Il contenuto ottimizzato dovrebbe:
  • essere ben sintetizzato dalla chiave primaria
  • includere la chiave primaria all’interno del tag title
  • contenere la chiave primaria all’interno dell’URL usando i trattini per separare le parole
  • contenere la chiave primaria negli h1 e all’interno del contenuto
  • includere la chiave primaria all’interno del tag alt delle immagini più rilevanti
  • avere una meta description che include la chiave primaria in modo da migliorare il tasso di click verso la pagina dai motori di ricerca
La terza best practice è linkare a pagine interne e esterne rilevanti, in modo da condurvi del traffico. Per farlo bene si consiglia:
  • di linkare a pagine interne usando del testo con keyword rilevanti
  • di linkare a pagine esterne ove queste siano delle fonti importanti

4. Creare pagine usabili

Le pagine web del proprio sito dovrebbero essere usabili e in particolare dovrebbero:
  • essere intuitive e facili da navigare
  • essere usabili da dispositivi mobili

5. Rendere il proprio sito auterovole

I link ricevuti da fonti esterne aumentano l’autorevolezza e la fiducia nei confronti del proprio sito web da parte dei motori di ricerca.
Per rendere il proprio sito autorevole occorre quindi costruire relazioni con siti autorevoli e influencers in modo che questi possano linkare i propri contenuti. Per farlo è possibile ad esempio:
  • far leva sui social media, inviare email amichevoli e commentare nei blog post
  • creare contenuti ricevendo proprio un input dagli influencers
  • creare una lista con le migliori risorse web, dando credito alle fonti e agli autori
  • creare contenuti crowdsourced, fornendo risposte o opinioni su temi particolarmente interessanti.
Nel breve termine è inoltre possibile accrescere il proprio patrimonio di link e attrarre nuovi visitatori è possibile:
  • creare delle schede relative alla propria azienda sulle directory online più importanti, come le Pagine Gialle o le camere di commercio locali
  • creare delle schede Google My Business in modo da associare la propria attività ad una specifica localizzazione.
Written with StackEdit.